La Gabbia

La gabbia è un tipo di campetto da calcio chiuso ideato dall'allenatore Corrado Orrico negli anni settanta e che permette un particolare tipo d'allenamento. La struttura della gabbia riproduce quella di un campo da calcio,di dimensioni ridotte e variabili,ma in cui la presenza di barriere (originariamente una gabbia,appunto) impedisce l'uscita del pallone dal campo di gioco; queste barriere oltre a poter variare per dimensioni e materiali possono interessare solo i bordi del campo oppure creare anche una sorta di soffitto che copra lo stesso. L'idea della gabbia come metodo d'allenamento venne introdotta alla fine degli anni settanta da Corrado Orrico,ai tempi allenatore della Carrarese. Questi afferma d'aver preso ispirazione quando da ragazzo,in villeggiatura sulle spiagge livornesi, giocava la cosiddetta gabbionata,in campetti da calcio in cemento delimitati da reti per impedire che la palla uscisse ed andasse in mare. Dopo l'esperienza a Carrara,Orrico introdusse la gabbia anche nelle altre squadre che allenò nel corso della propria carriera. Tra le gabbie più note c'è quella tuttora presente nel centro sportivo "Angelo Moratti" di Appiano Gentile che Orrico fece installare durante la sua breve esperienza all'Inter nel 1991,sebbene nel corso degli anni abbia subito diversi ammodernamenti.Secondo lo stesso Orrico, «la gabbia serve a tante cose: ad affinare la tecnica,a sviluppare i riflessi,a velocizzare il gioco,a migliorare la condizione fisica perché si gioca senza un attimo di sosta e a livello organico è un impegno mica da ridere»; difatti la caratteristica principale di questo metodo d'allenamento è la velocità in quanto il gioco non viene quasi mai interrotto.